it

Biografia

“…Ksenia è una violinista carismatica, con una tecnica brillante e una presenza travolgente sul palcoscenico.
Ha le doti più profonde e innate del solista vero…”
Marco Boni
Amsterdam Concertgebouw
Chamber Orchestra
Direttore onorario

Per la sua continua e frequente attività concertistica tra Europa e Russia Ksenia Milyavskaya è riconosciuta come violinista dalle straordinarie capacità “che sul palcoscenico si trasforma in una solista straordinaria, carismatica e virtuosa” (D. Shapovalov) e “considera ed utilizza la sua tecnica estremamente raffinata e veloce non come un risultato fine a se stesso, ma come mezzo per trasmettere al pubblico le idee ed i pensieri del compositore” (A. Farulli).

Ksenia Milyavskaya è un’esponente di spicco della grande scuola nazionale Russa e va confermandosi come una delle violiniste più talentuose della sua generazione.

Nata a Volgograd nel 1989, ha iniziato a 4 anni il suo percorso musicale. Dopo un anno di formazione alla scuola di musica locale, su consiglio degli insegnanti si trasferisce con la famiglia a San Pietroburgo, dove entra a far parte della classe di S.M.Shalman alla Scuola Speciale di Musica per bambini particolarmente dotati del Conservatorio Statale “N.A. Rimsky-Korsakov”.

Sin dalla tenera età svolge un’intensa attività concertistica: ad 8 anni debutta come solista con l’Orchestra Filarmonica Statale di S. Pietroburgo, presso la Sala degli Specchi del Palazzo Beloselsky-Belozersky.

È l’inizio di una carriera entusiasmante, ricca di successi e viaggi in tutta Europa. “Ha affascinato il pubblico non solo per il suo carisma e il suo sorprendente virtuosismo, ma anche per la straordinaria presenza e maturità artistica.” – “Kultura” Magazine, San Pietroburgo.

A 9 anni vince il primo premio assoluto del Concorso Internazionale in Grecia (Atene, 2000). Questo premio è seguito da altre numerose vittorie e riconoscimenti riscuotendo sempre consensi unanimi da parte delle giurie e del pubblico in occasione di concorsi in Russia e all’estero, tra i quali la Prima Edizione del Concorso “Nuovi Nomi” in Russia (Mosca, 2000), il Quinto Concorso Internazionale dell’Assemblea Giovanile delle Arti (Mosca, 2000), il Concorso Internazionale “Patria Tchaikovsky” (Izhevsk, 2006), il “Premio di Alto Virtuosismo” al Festival Internazionale in Bielorussia, il Concorso Internazionale “EUTERPE” (Italia, 2013) e il Concorso Internazionale di Val Tidone (Italia, 2013).

Sin da piccola ha frequentato vari corsi di perfezionamento con maestri di fama internazionale tra i quali Salvatore Accardo, Eduard Grach, Sergei Kravchenko, Jan Repko, Zakhar Bron, Pavel Vernikov, Michaela Martin, Krzysztof Wegrzyn, Oleksandr Semchuk ed altri.

Dal 1999 al 2007 è stata scelta per partecipare alla produzione del film-lezioni “Sarò un violinista”. Ksenia viene ammessa al Conservatorio di Maastricht nel 2009 e si diploma nel 2012 sotto la guida dell’eccezionale violinista e didatta russo Boris Belkin, in una classe ricca di violinisti di calibro internazionale come Janine Jansen. Da allora conduce una costante attività concertistica che la porta ad esibirsi nelle migliori sale da concerto in Russia, Francia, Germania, Italia, Inghilterra, Irlanda, Lituania, Finlandia, Grecia, Svizzera, Cina, San Marino, ecc.

Collabora con vari direttori d’orchestra, tra i quali Lit Gregory (USA), Darrell Ang (Singapore), Vasily Petrenko (Russia-Norvegia), Anatoliy Ribalko (Russia), Ronald Masin (Germania), Denis Shapovalov (Russia), Carlo Tenan (Italia) e molti altri.

Dal 2015 collabora costantemente con il pianista Bruno Canino, una vera e propria leggenda nel mondo della musica da camera.

Oltre all’intensa attività concertistica, Ksenia non tralascia la strada dell’insegnamento: ha insegnato presso le Accademie Musicali di Firenze, di Roma e di Mantova. Tiene corsi di perfezionamento a Gubbio (Italia), Parigi (Francia), ecc. Dal 2010 insegna presso l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri con il Maestro” di Imola, trasmettendo con passione gli insegnamenti della prestigiosa scuola violinistica russa ai suoi numerosi alunni. Presidente Onorario dell’Accademia è Maestro Vladimir Ashkenazy

Suona un violino di A.S. Bernardel del 1840.